sabato 2 luglio 2011

la leggenda di cola pesce

prima di tutto vi invito a partecipare al mio contest il banner lo trovate qui sulla destra clikkateci e vi porta direttamente al post dove potrete lasciare la vostra adesione,detto questo voglio farvi conoscere questa  leggenda siciliana a mio parere molto bella e piena di amore e attaccamento alla propria terra,dopo tanti anni ho scoperto questa leggenda da pochi mesi ed ora voglio farla conoscere anche a voi certo è scritta in dialetto e alcuni di voi non la capiranno,ma vi metto il link da dove ho preso la poesia così se vi fa piacere potete leggerla anche in italiano.

testo e immagini prese dal web dal link  sovrastante
se qualcuno ne riconosce il diritto d'autore non esiti a contattarmi e provvederò immediatamente alla rimozione.

La gente Cola pisci lu chiamava,
che comi un pisci sempri a mari stava,
d’unni vinia nuddu lu sapia
forsi era figghiu di Nettunnu diu.

Un ghiornu a Cola "u rre" u fici chiamari
e Cola di lu mari dda vos’iri
- O Cola lu me regnu a scandagliari
supra cchi pidimenti si susteni

Cola pisci curri e va’
- vaiu e tornu maista’
"ccussi’ si ietta a mari Cola pisci
e sutta l’unni subutu sparisci

ma dopu un pocu a sta’ nuvita’
a lu rignanti Cola pisci da’
- ….maista’ li terri vostri
stannu supra a tri pilastri

e lu fattu assai trimennu
una gia’ si sta’ rumpennu
- … O distinu chi "nfilici
cchi svintura mi pridici

chianci u re comu aia ffari
sulu tu mi poi salvari.
Cola pisci curri e va’
vaiu e tornu maista’.

E passaru tanti iorna
cola pisci non ritorna
e l’aspettunu a marina
lu so’ rre ccu la rigina.

Poi si senti la so vuci
di lu mari superfici….
- maista’… sugnu cca….
sugnu cca o maista’

nta stu funnu di lu mari,
ma non pozzu cchiu’ turnari
vui prigati a la Madonna,
staiu riggennu la culonna

ca s’idda si spezzera’
'a Sicilia sparira’
maista’ o maista’,,,
maista’ iu restu cca.

6 commenti:

  1. io me la son letta tutta in siciliano, è una leggenda bellissima, grazie Franca per averla postata.Baci

    RispondiElimina
  2. che bella Franca! grazie non la conoscevo :) letta in siciliano ovviamente :D buona domenica e bacioni :X

    RispondiElimina
  3. Wow, che bella leggenda e che bella poesia, non la conoscevo............ ma tu come l'hai scoperta?
    Grazie Colapisci, per essere lì a reggere la colonna che stava per spezzarsi............

    RispondiElimina
  4. Grazie Franca, non la conoscevo!!!!! Un abbraccio e buona domenica!

    RispondiElimina
  5. E' molto bella, grazie di averla postata, non la conoscevo.
    Ti auguro una felice settimana

    RispondiElimina
  6. grazie amiche ,sono contenta che abbiate apprezzato,io ho un vago ricordo dei cantastorie,ero piccolissima e mi ricordo questa persona anziana che raccontava queste storie ed un cartellone con i disegni che rappresentavano il racconto,alcuni era fatti realmente accaduti e poi magari un pò modificati per rendere la storia più affascinate altre invece totalmente inventate,insomma una sorta di libro delle favole ma raccontato da una persona in carne ed ossa :D

    RispondiElimina


chiedo gentilmente che firmiate i vostri
commenti, quelli anonimi verranno eliminati

votami se ti piace

siti
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

le nostre ricette anche qui

-------------------------------------------- le ricette di JO sono anche qui Image and video hosting by TinyPic -------------------------------------------- le ricette di FRANCA sono anche qui Image and video hosting by TinyPic -------------------------------------------- image and video hosting by tinypic ------------------------------------------------- Image and video hosting by TinyPic -------------------------------------------- -------------------------------------------- ------------------------------------------------- Image and video hosting by TinyPic ------------------------------------------------- Image and video hosting by TinyPic